Condizioni Generali di Contratto
per servizi di traduzioni e altre prestazioni professionali


La versione in lingua tedesca, „Allgemeine Geschäftsbedingungen“, rappresenta la versione autentica del presente. Questa traduzione è fornita solo a fini informativi.


Le presenti condizioni generali di contratto (CGC) regolamentano tutti i servizi di traduzioni e di interpretariato e altre prestazioni professionali concordate, definiscono i diritti e i doveri e contengono informazioni utili per il committente.

  1. Ambito di applicazione
  2. Ambito dell’incarico di traduzione ossia della prestazione professionale
  3. Ordinazione dei servizi, obbligo di collaborazione e informazione del committente
  4. Eliminazione di vizi
  5. Responsabilità
  6. Segreto professionale
  7. Collaborazione di terzi
  8. Corrispettivo
  9. Riserva di proprietà e diritti d’autore
  10. Diritto applicabile
  11. Clausola salvatoria
  12. Modifiche e integrazioni    

1. Ambito di applicazione
(1) Le presenti condizioni contrattuali, salvo espliciti accordi diversi o prescrizioni di legge inderogabili, si applicano ai contratti tra Maren Paetzold (di seguito la mandataria), da un lato, e il committente (di seguito il committente), dall’altro.
(2) Le Condizioni Generali di Contratto del committente sono vincolanti per la mandataria, solo laddove quest’ultima le abbia riconosciute espressamente.

2. Ambito dell’incarico di traduzione ossia della prestazione professionale
Il servizio fornito sarà scrupolosamente eseguito secondo i principi deontologici per l’esercizio della professione. Il committente riceverà un esemplare della traduzione ossia delle prestazioni affini come convenuto contrattualmente.

3. Ordinazione dei servizi, obbligo di collaborazione e informazione del committente
(1) L’ordinazione da parte del committente può avvenire elettronicamente tramite e-Mail o fax oppure per posta. L’accettazione dell’incarico si intende perfezionata, con conseguente conclusione del contratto, solo al momento della conferma dell’ordine da parte della mandataria.
(2) Il committente dovrà tempestivamente informare la mandataria sulle modalità di esecuzione della traduzione ossia del servizio linguistico richieste (uso, consegna su supporti informatici, numero di esemplari, traduzione pronta per la stampa, layout ecc.). Se la traduzione è destinata alla pubblicazione, il committente consegnerà tempestivamente alla mandataria una bozza di stampa prima della messa in macchina. Il committente è tenuto a verificare nomi e cifre.
(3) Con il conferimento dell’incarico il committente mette a disposizione della mandataria la documentazione e le informazioni necessarie per la stesura della traduzione ossia la resa del servizio (glossari del committente, illustrazioni, disegni, tabelle, abbreviazioni, definizioni interne ecc.).
(4) Non saranno imputabili alla mandataria eventuali errori e ritardi dovuti all’insufficiente o tardiva fornitura di materiale informativo e istruzioni. La mandataria non si assume nessuna responsabilità per errori nel testo sorgente.
(5) Il committente assume la responsabilità per i diritti relativi al testo, garantendo la liceità dell’esecuzione della traduzione e tenendo indenne la mandataria dai corrispondenti diritti di terzi.

4. Eliminazione di vizi
(1) La mandataria si riserva il diritto di apportare successive rettifiche alla traduzione. Al committente spetta in primo luogo il solo diritto all’eliminazione di eventuali inesattezze presenti nella traduzione.
(2) Il committente dovrà rivendicare il diritto alla correzione, indicando con precisione le inesattezze rilevate.
(3) I diritti di garanzia per i difetti previsti per legge non abilitano il committente a negare il pagamento concordato.

5. Responsabilità
(1) La mandataria risponde per colpa grave o dolo. Non sono considerati come colpa grave i danni causati da guasti al computer e disturbi di trasmissione nell’invio di e-mail o da virus. Contro tali eventi la mandataria dovrà adottare tutte le misure precauzionali appropriate munendosi di un software anti-virus. La responsabilità in caso di colpa lieve subentra esclusivamente in presenza di violazioni di obblighi contrattuali essenziali.
(2) Il diritto al risarcimento spettante al committente nei confronti della mandataria per uno dei danni contemplati dal 4° periodo dell’art. 5 (1) è limitato a EUR 200.000 per danni patrimoniali e a EUR 3.000.000 per danni a persone e/o cose; nel caso singolo è possibile stipulare un accordo espresso per un diritto al risarcimento danni più elevato.
(3) L’esclusione o la limitazione della responsabilità di cui all’art. 5 (1) e (2) non si applica per danni derivanti da lesioni della vita, dell’integrità fisica o della salute del consumatore.
(4) Fatti salvi i casi di dolo, i diritti del committente nei confronti della mandataria per vizi della traduzione di cui al § 634a BGB (Codice civile tedesco) si prescrivono in un anno dall’accettazione della traduzione.

6. Segreto professionale
(1) La mandataria si impegna a mantenere il segreto su tutte le informazioni delle quali sia venuta a conoscenza nell’ambito dell’espletamento della propria attività per il committente.
(2) Se non riceve esplicitamente istruzioni diverse, la mandataria parte dal presupposto che il committente sia d’accordo di ricevere la traduzione in formato elettronico e che il documento sia trasmesso senza codificazione tramite Internet. Il committente accetta i rischi che potrebbero conseguirne per quanto concerne la protezione, la modifica o la perdita dei dati.

7. Collaborazione di terzi
(1) Per l’esecuzione dell’incarico la mandataria è legittimata ad avvalersi di collaboratori o terzi specializzati.
(2) Nel caso di ricorso alla collaborazione di terzi, la mandataria dovrà provvedere affinché essi si obblighino alla riservatezza in conformità con l’art. 6.

8. Corrispettivo
(1) Il corrispettivo è esigibile subito dopo l’accettazione della prestazione. Il termine di accettazione deve essere ragionevole.
(2) Tutti i prezzi si intendono al netto dell’eventuale IVA di legge.
(3) Oltre all’onorario pattuito, la mandataria ha il diritto al rimborso delle spese effettivamente sostenute e concordate con il committente. Nel caso di contratti con soggetti committenti privati, l’imposta sul valore aggiunto è compresa nel prezzo finale e viene indicata a parte. Nel caso di traduzioni di volume particolarmente esteso, la mandataria è legittimata a richiedere il pagamento di un congruo acconto.
(4) Nel caso in cui non sia stata pattuita l’entità dell’onorario, si presuppone la corresponsione di un normale compenso adeguato al tipo e al grado di difficoltà della traduzione. In questi casi sono considerate come congrue e usuali quantomeno le tariffe elencate nella legge tedesca sui compensi e sulle indennità in materia di giustizia (JVEG).
(5) Qualora il committente modifichi in misura non trascurabile il testo sorgente dopo averlo consegnato alla mandataria, quest’ultima potrà allora richiedere un congruo rinvio del termine di consegna. Oltre all’onorario convenuto, la mandataria sarà inoltre legittimata a richiedere un adeguato onorario orario per il maggior dispendio di tempo. L’ulteriore dispendio di tempo per attività che esulano da quelle di traduzione – come ad esempio il controllo di bozze di stampa, riformattazioni, layout e simili – sarà altresì messo in conto secondo un adeguato onorario orario.

9. Riserva di proprietà e diritti d’autore
(1) La traduzione rimane proprietà della mandataria fino all’avvenuto pagamento integrale delle prestazioni dovute. Fino a tale momento al committente non spetta alcun diritto di utilizzazione.
(2) La mandataria si riserva il proprio diritto d’autore. Dei nuovi diritti d’autore sorti con la traduzione, la traduttrice cede al committente il diritto di utilizzare il testo d’arrivo per lo scopo definito al momento della stipulazione del contratto. Qualsiasi altro impiego necessita l’autorizzazione della traduttrice. Tale autorizzazione è accordata solo se l’ulteriore impiego della traduzione rispetta il diritto morale dell’autore ed è retribuito in modo appropriato.
(3) In caso di pubblicazione, il committente è tenuto a menzionare in forma appropriata il nome della traduttrice, se ciò rientra nella prassi prevista per un determinato tipo di testi.
Il committente ha la facoltà di elaborare la traduzione. In caso di sostanziali modifiche, il committente deve tuttavia informare la mandataria, la quale può decidere che il suo nome non venga menzionato.

10. Diritto applicabile
(1) All’incarico e a tutti i diritti da esso derivanti si applica il diritto tedesco.
(2) La lingua del contratto è il tedesco. Solo la versione tedesca di queste CGC ha valore legale. Le versioni redatte in lingua non tedesca svolgono solo funzione informativa per il committente.

11. Clausola salvatoria
La nullità o l’inefficacia di singole disposizioni non pregiudica l’efficacia delle presenti condizioni contrattuali. La clausola inefficace sarà sostituita dalla disposizione valida che maggiormente si avvicini al risultato economico e allo scopo perseguito.

12. Modifiche e integrazioni
Eventuali modifiche e integrazioni alle presenti CGC saranno valide solo se concordate per iscritto. Ciò vale anche per eventuali modifiche apportate al requisito della forma scritta.


Avete domande? Sono sempre a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.

Tornare alla pagina iniziale